Ore cruciali per il futuro della Selcom


Più di tutto, ai lavoratori in sciopero fa rabbia il paradosso di un’azienda che è piena di commesse, ma ha un buco da 136 milioni di euro. La drammatica situazione della Selcom è nelle mani dei revisori dei conti, che in queste ore stanno decidendo se portare i libri in tribunale o prendere tempo in attesa di una svolta. Di un colpo di coda di qualche azienda del territorio, che attualmente sembra l’unica speranza dei 360 lavoratori bolognesi a rischio, sul totale di 770 in tutta Italia. Dalla sede di via Grandi, cuore dell’azienda che produce sistemi di automazione per importanti ditte, fino agli uffici del Comune di Castel Maggiore, i lavoratori sfilano lungo la strada provinciale di via Saliceto. A settembre hanno avuto stipendio ridotto, ora chiedono non si perda una vera eccellenza

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet