Ora è ufficiale, la Faral è della Sira Group


BOLOGNA, 5 DIC. 2011 – La Faral di Campogalliano torna emiliana. E’ stato ufficializzato oggi nella sede di Unindustria Bologna, l’acquisizione della storica azienda di radiatori da parte della bolognese Sira Group. Un passaggio che riporta la proprietà di Faral in Italia, dopo essere stata prima nelle mani di un gruppo svizzero e poi di una holding Bavarese.Gli acquirenti del gruppo Sira sono considerati leader a livello internazionale del settore. L’investimento, fatto di tre milioni di euro iniziali più un dettagliato piano di rilancio, è tale da rilanciare i prodotti e il marchio Faral. Valerio Gruppioni, patron di Sira, ha così illustrato le linee guida dell’operazione: l’obiettivo è riportare il fatturato della Faral nel 2012 a 25 milioni, con prospettive fino a 50. Dei 70 lavoratori, la nuova azienda ne occuperà inizialmente 45, che potranno salire a 53.Solo nel 2010 Faral era andata in rosso di 3 milioni e per quest’anno le previsioni erano di un segno meno vicino agli otto: "Ora saremo l’unico gruppo al mondo che produrrà tutti i tipi di termosifoni, elettrici e di alluminio", ha spiegato Gruppioni. Sira, 1.500 addetti tra Europa e Asia e con un fatturato stimato di 40,8 milioni nel 2010, con Faral fa salire a sette le proprie unità produttive: "E’ nei momenti di difficoltà e non in quelli felici che gli imprenditori devono pensare a fare le aziende", ha sottolineato ancora Gruppioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet