Operatori balneari in Confindustria Romagna


Ingresso per una rappresentanza di operatori balneari di Rimini nella sezione Turismo di Confindustria Romagna: si tratta di una cordata formata da dieci stabilimenti che si aggiunge alla rappresentanza ravennate già presente. E’ quanto si legge in una nota di Confindustria Romagna, associazione che raggruppa gli industriali delle province di Rimini e Ravenna. “Comunichiamo questa notizia con particolare soddisfazione – commenta Paolo Maggioli presidente Confindustria Romagna che oggi ha presentato l’indagine congiunturale -: è la conferma della validità di un percorso che come Confindustria Romagna ci vede particolarmente impegnati. Quello del fare sistema e di condividere lo stesso obiettivo: lavorare insieme affinché il nostro territorio si riqualifichi e sia sempre più rappresentativo e punto di riferimento in Regione, in Italia e a livello internazionale”. Quindi, ha proseguito il leader dell’associazione riferendosi al turismo riminese, “con il nostro spirito di intraprendenza e di propensione all’innovazione, vogliamo essere i protagonisti del cambiamento in atto e vogliamo farlo insieme. Uniti possiamo lavorare prestando attenzione a questioni importanti come la realizzazione del Parco del Mare con la riqualificazione delle strutture e dell’offerta e una maggiore attenzione all’ottimizzazione delle risorse a disposizione, a partire dal sostegno al nostro aeroporto”. In Confindustria Romagna, spiega nella nota Alessandro Lualdi, rappresentante cordata operatori balneari, “abbiamo trovato un’intesa e una convergenza sulla visione del turismo balneare riminese. Tra i primi temi di cui ci occuperemo c’è sicuramente la direttiva Bolkestein, che con la nuova tornata elettorale è ora una partita aperta: occorre lavorare di comune accordo per trovare una soluzione che salvaguardi le 30 mila aziende italiane del settore. Con questa nuova rappresentanza – conclude – contiamo poi di proseguire e rafforzare il dialogo e la buona collaborazione con le istituzioni pubbliche”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet