Operari senza stipendio da luglio alla Carer


COTIGNOLA (RAVENNA), 12 NOV – I sindacati Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil di Ravenna, e la Rsu aziendale, hanno proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori della Carer (carrelli elevatori) di Cotignola. L’azienda da diversi mesi sta facendo ricorso alla cassa integrazione per la maggior parte dei suoi dipendenti (complessivamente 34). Lavoratrici e lavoratori non hanno ricevuto le retribuzioni di agosto, settembre, ottobre e solo un acconto per il mese di luglio. Inoltre l’azienda non ha eseguito i versamenti contributivi (Tfr, quota del lavoratore, quota aziendale) da ottobre 2008, pur essendo stati trattenuti alle lavoratrici ed ai lavoratori nelle buste paga.I sindacati informeranno il sindaco di Cotignola, l’Unione dei comuni e la Provincia del perdurare della difficile situazione. Il recente incontro con la dirigenza della Carer ha, infatti – spiegano i sindacati – "confermato la totale assenza e incapacità della proprietà aziendale a dare risposte immediate".Fiom, Fim, Uilm e Rsu aziendale stanno predisponendo tutte le iniziative che si renderanno necessarie, anche "il ricorso allo sciopero e attivando le azioni opportune in tutte le sedi, compresa quella giudiziaria", per ottenere il pagamento di salari e stipendi arretrati e creare le opportune condizioni per il mantenimento occupazionale e produttivo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet