Operaio edile muore cadendo dal tetto


FORLI’ (FC), 9 NOV. 2010 – Non conosce tregua il bollettino delle morti sul lavoro in Italia. Spesso gli incidenti fatali avvengono nei cantieri, l’ultima vittima si chiama Marino Matulli, precipitato stamattina intorno alle otto dal lucernaio di una casa in costruzione vicino a Forlì. L’uomo, di cinquant’anni con la qualifica di capocantiere, è salito sul tetto della villetta a schiera ed è caduto nel vano aperto del lucernaio del sottotetto. Una caduta di pochi metri, quattro e mezzo, ma sufficienti per non dare scampo all’operaio, morto sul colpo per le devastanti ferite al capo riportate.Matulli era dipendente della Cooperativa Arte Muraria impegnata, per conto della Cooperativa Edile Forlivese, nella realizzazione di dieci villette a schiera alla periferia della città. I colleghi di lavoro lo descrivono come un professionista molto esperto, con alle spalle oltre 30 anni di attività nel settore edilizio. Nessuno di loro ha assistito alla caduta. Non sentendolo rispondere ai loro richiami, i colleghi sono saliti sin nel sottotetto facendo la tragica scoperta. I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’operaio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet