Operai in sciopero? Nessun problema, ci sono gli impiegati


BOLOGNA, 16 MAR. 2010 – C’è lo sciopero ma, come dicono gli inglesi, the show must go on. Hanno pensato così venerdì scorso alla Magneti Marelli di Crevalcore, nel bolognese. Per non fermare la produzione al posto del personale in sciopero sono stati messi gli impiegati. La condanna di quanto accaduto è arrivata non solo dalla Fiom-Cgil, ma anche dalla Fim-Cisl, non aderente, quest’ultima, alla manifestazione del 12 marzo."Pur nelle diverse posizioni nei confronti dello sciopero – si legge nel comunicato congiunto dei segretari della Fiom e della Fim Bruno Papignani e Marino Mazzini – non possiamo accettare il comportamento adottato dalla direzione della Magneti Marelli, che ha sostituito il personale in sciopero con impiegati ledendo di fatto un diritto di scelta individuale e contravvenendo alla legge 300 dello statuto dei lavoratori che vieta la sostituzione di personale in sciopero"Per la Fiom, che ha diffuso anche un proprio comunicato, "questo è un atto di estrema gravità al quale mercoledì prossimo i lavoratori risponderanno con un’ora di sciopero sia nello stabilimento di Bologna che a Crevalcore. I legali Fiom, inoltre, stanno valutando le iniziative legali più opportune tese a salvaguardare il diritto di sciopero".Fiom fa sapere anche che in Magneti Marelli "è stata formalizzata la richiesta per un mese di Cigo, che dal 7 aprile al 26 aprile interesserà complessivamente 120 lavoratori di Bologna e Crevalcore".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet