Omsa, primi inserimenti e proroga della cassa in deroga


FAENZA (RA), 6 SET. 2012 – Dalla seconda metà di settembre Atl, la società acquirente della Golden lady, "sarà in grado di di effettuare i primi inserimenti, che saranno non inferiori", a detta della stessa azienda, "a 145 unità". E’ quanto si legge nel verbale di riunione sulla vicenda Omsa-Golden Lady, tenuta oggi al ministero dello Sviluppo Economico e contenuto in una nota del Comune di Faenza. Al tavolo presso il ministero, alla luce della scadenza della Cassa in deroga fissata al 15 settembre, si sono seduti, tra gli altri, il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, esponenti della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Ravenna, un rappresentante di Golden Lady, un esponente di Confindustria Ravenna e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Il primo cittadino di Faenza, si legge ancora nel verbale, ha reso noto il contenuto di una lettera della società Faenza Erre, "che sta realizzando un outlet in prossimità del sito Omsa. L’attuale impegno è di poter assumere presumibilmente nel marzo 2013 almeno 20 dei lavoratori ex Omsa il cui numero potrebbe crescere una volta soddisfatte le condizioni richieste per l’insediamento della nuova attività". Sempre oggi nel primo pomeriggio – si legge nella nota – "si é svolto un ulteriore incontro presso il Ministero del Lavoro, in cui è stata decisa una nuova proroga al 15 novembre della cassa integrazione in deroga per tutti le 228 unità di personale attualmente in organico Golden Lady. Le parti si incontreranno nuovamente per verificare a quella data la situazione, e assumere le decisioni conseguenti".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet