Omicidio Tartari, ergastolo per l’assassino


RAVENNA, 20 OTT. 2010 – Niente attenuanti generiche per Salvatore Vertone. Il quarantaduenne casertano considerato l’esecutore dell’omicidio di Andrea Tartari è stato condannato all’ergastolo nella sentenza di secondo grado. La Corte d’Appello ha così modificato la pena a 24 anni e 8 mesi assegnata dai giudici nel primo grado di giudizio.Vertone la notte del 21 luglio 2008 a Porto Corsini, nel ravennate, con diverse coltellate uccise Andrea Tartari, un operaio bolognese di 35 anni, al culmine di una banale lite scoppiata in strada. Per suo fratello Giovanni, 39 anni, che lo aiutò tenendo ferma la vittima, l’Appello ha confermato la condanna a 22 anni e 8 mesi di carcere.Confermate pure le provvisionali a favore delle parti civili. In primo grado, davanti alla Corte d’Assise di Ravenna i due erano stati condannati rispettivamente a 24 anni e 8 mesi e a 22 anni e 8 mesi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet