Omicidio a Parma, cadavere di una trans trovato in via del Traglione


PARMA, 26 MAR. 2010 – Gettato a terra senza vita in una piazzola piena di rifiuti. Così questa mattina è stato trovato nella prima periferia di Parma il corpo di una trans di circa quarant’anni di cui ancora non si conoscono le generalità. Sul collo, sul viso e alle braccia ci sono molte ferite da taglio che fanno pensare a un disperato tentativo di difendersi. Via del Traglione, la strada dove è stato trovato, è da sempre zona di prostituzione ma gli inquirenti non escludono che il trans possa essere stato ucciso in un luogo diverso. L’ipotesi sarebbe avvalorata dal fatto che l’area è zona di prostituzione solo per immigrate nigeriane, non per i transessuali.A ritrovare il cadavere, senza documenti, completamente nudo, di carnagione olivastra, è stata una pattuglia della polizia provinciale che stava transitando nella zona e che ha notato il trans, riverso sul selciato, in prossimità di una discarica abusiva di materiale inerte. Sul posto, assieme alla polizia scientifica e agli agenti della squadra mobile di Parma, è intervenuto anche il medico legale Anna Guareschi che ha dato l’autorizzazione al trasferimento della salma nel reparto di medicina legale dell’ospedale di Parma.Le indagini sono coordinate dal pm Francesco Gigliotti. I primi accertamenti farebbero risalire il decesso a non più di dodici ore prima. Sono in corso gli accertamenti per l’identificazione dell’uomo, che presenta la gamba destra atrofizzata, probabilmente a causa di una pregressa poliomielite.In via del Traglione, a meno di cento metri da luogo in cui giaceva la trans, c’è il cippo che ricorda il piccolo Tommaso Onofri. Anche il suo corpo venne ritrovato lì, il primo aprile del 2006.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet