Ok a protocollo Romagna Acque-Foreste Casentinesi


Luca Santini (presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna) e Tonino Bernabè (presidente di Romagna Acque-Società delle Fonti Spa), hanno firmato a Ridracoli – davanti al suggestivo spettacolo della diga in tracimazione – un protocollo di intenti per la promozione di politiche di sviluppo di attività turistico-ambientali. Con questo nuovo protocollo le parti si impegnano a far convergere le reciproche azioni verso obiettivi condivisi. Si ipotizzano diverse tipologie di intervento: azioni congiunte di tutela del Parco, delle biodiversità e delle connesse reti ed infrastrutture turistiche; lo sviluppo della ricerca scientifica in vari ambiti operativi (sulle metodologie di intervento per contenere il trasporto di sostanze solide ai fini di ridurre l’interramento dell’invaso; sulle capacità di trattenuta di CO2 da parte delle diverse tipologie di bosco presente ne bacino di raccolta dell’invaso; sulla tutela delle acque interne ad aree protette); iniziative di promozione turistica del territorio attraverso azioni di collaborazione che comprendono anche il centro universitario di Bertinoro, al fine di sviluppare attività connesse di formazione, ricerca e didattica.

 

“La firma di questo protocollo – hanno dichiarato Bernabè e Santini – ribadisce e rafforza la collaborazione già in atto tra i due enti: tra gli obiettivi di entrambi i soggetti vi è sicuramente quello di mantenere l’equilibrio dell’ecosistema, e di promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio anche attraverso lo sviluppo di attività turistiche ambientali che possano portare benefici alle comunità locali. Un turismo di qualità che segua i principi della sostenibilità ambientale è la strada per promuovere il parco, ma soprattutto per rilanciare e continuare a far vivere i nostri territori”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet