Nuovo vertice con spiraglio per Arcotronics


BOLOGNA, 12 SET. 2011 – Nella vertenza Kemet Arcotronics si è aperto uno spiraglio questa mattina, dopo un nuovo vertice in Regione tra la proprietà, le istituzioni pubbliche e sindacati. L’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli ha ribadito "la irricevibilità della proposta dell’azienda e la disponibilità, invece, per un confronto destinato ad avviare un rilancio completo e strutturato dell’impresa in Emilia-Romagna. Un passo in avanti per l’assunzione di responsabilità per trovare una soluzione alla vertenza, con apertura al confronto per ricostruire un clima di fiducia e operatività".La proprietà si è impegnata a ritirare entro una settimana il permesso di costruire il nuovo stabilimento nel Comune di Pontecchio Marconi e si impegna a iniziare i lavori di costruzione entro un anno. Al contempo, si è deciso di avviare una fase di esplorazione tra proprietà e sindacati, per trovare le soluzioni più adeguate per il rilancio ed il nuovo piano industriale. Infine, tra un mese sarà convocato il nuovo incontro in Regione, e nel frattempo viene congelata ogni altra decisione. "Oggi si è quindi aperto – commenta Muzzarelli – un nuovo spazio di dialogo e disponibilità, che ci auguriamo arrivi a buon fine. Ci troveremo tra un mese per verificare il rispetto degli impegni e fare in modo che la nuova strategia consenta il consolidamento di un’azienda importante per il territorio emiliano romagnolo". Le scelte strategiche e gli accordi verranno concordati al tavolo regionale, per assicurare condivisione e partecipazione di tutti i soggetti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet