Nuovo direttore regionale di Confcooperative


Forlivese, 50 anni, Pierlorenzo Rossi è il nuovo direttore di Confcooperative Emilia-Romagna (quasi 1.750 cooperative con 72.000 addetti, oltre 273.000 soci e un fatturato superiore ai 12.600 milioni di euro, cui va aggiunta la raccolta delle Banche di credito cooperativo di circa 13.600 milioni di euro). Subentra a Marco Venturelli, che dopo aver ricoperto questo incarico per sette anni diventa vicesegretario generale di Confcooperative nazionale con la responsabilità del Dipartimento delle Politiche per lo Sviluppo.

In quasi 30 anni di attività in Confcooperative Rossi ha ricoperto varie posizioni: dal 1987 al 1994 ha guidato la sede provinciale di Forlì-Cesena di Irecoop Emilia-Romagna, dal 1994 al 1997 ha diretto la Federazione regionale delle coop agricole ed agroalimentari, nel 1998 è diventato direttore di Confcooperative Forlì-Cesena. E poi ci sono la presidenza del Consorzio PromoAppennino di Forli” e del Consorzio nazionale Zooavicunicolo, la direzione del Gal-Altra Romagna e il ruolo di consigliere della Camera di commercio di Forlì-Cesena. Ora, una nuova sfida ai tempi della crisi.

Ma “in questo difficile contesto- afferma Rossi- la cooperazione ha saputo resistere meglio degli altri soggetti imprenditoriali alla congiuntura negativa, confermandosi un punto fermo ed importante del tessuto economico e sociale dell”Emilia-Romagna e del Paese”. Lo ha fatto “privilegiando l’economia reale” e rimanendo ancorata al territorio. E da qui, per Rossi “si deve ripartire per dare risposte concrete” soprattutto sul piano occupazionali, “facendo leva su una nuova sussidiarietà tra pubblico e privato, dove la cooperazione può giocare indubbiamente un ruolo da protagonista”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet