Nuovi padiglioni e più web.E’ il restyling di BolognaFiere


20 SET. 2012 – Non una semplice rinfrescata ai locali ma un’opera straordinaria di manutenzione e ammodernamento. Questo è stato l’intervento di quest’estate sulla fiera di Bologna. Un investimento da due milioni di euro che la presentano ora in una nuova veste alla vigilia della partenza della stagione 2012-2013 delle grandi fiere. Il restyling, con tanto di riverniciatura delle facciate, pulizia delle vetrate e ristrutturazione dei servizi igienici, ha riguardato in particolare i padiglioni Benevolo, dal nome dell’architetto che li ha realizzati. "Un’opera di manutenzione straordinaria – ha spiegato il presidente dell’ente, Duccio Campagnoli – su tutto il cuore storico della fiera". Per rendere ancora più curato il quartiere, inoltre, sono state migliorate aiuole e aree verdi. Rinnovate anche le rotonde degli ingressi Michelino e Nord, sono state sostituite tutte le panchine, che ora hanno un design più accattivante, disposte lungo il perimetro interno dei padiglioni. Importanti anche le novità nei servizi. Già da Cersaie, il Salone internazionale della ceramica per l’edilizia e l’arredo bagno in programma dalla prossima settimana, visitatori ed espositori avranno a disposizione un wi-fi di quarta generazione. Consentirà l’accesso simultaneo ad oltre 5 mila utenti. Potenziate anche le reti per la telefonia mobile, che ora offrono una migliore copertura di segnale. "Queste migliorie – sottolinea Campagnoli – rappresentano la spina dorsale per fornire servizi innovativi". Come l’App Pocket Fair, l’applicazione che mette in contatto diretto visitatori, espositori e organizzatori. Oppure i cataloghi digitali delle manifestazioni e l’introduzione di un moderno sistema di geolocalizzazione. Una sorta di ‘TomTom’ che permetterà di muoversi con disinvoltura tra gli stand. E poi ancora l’installazione di totem interattivi, con display touchscreen, per la trasmissione di immagini, video e contenuti dinamici."BolognaFiere guarda al futuro – conclude Campagnoli – rinnovando il proprio impegno per accogliere al meglio le centinaia di migliaia di persone, tra espositori e visitatori, che popoleranno il quartiere e la città durante le manifestazioni". Intanto prosegue la stesura del protocollo d’intesa con il Comune di Bologna, che di recente ha svincolato le aree per la realizzazione dei nuovi padiglioni multifunzionali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet