Nuova influenza: stanno meglio i tre pazienti emiliano-romagnoli


BOLOGNA, 1 GIU. 2009 – Rimangono ai “domiciliari” ma non hanno più alcun sintomo le tre persone (due giovani di 20 e 30 anni, rispettivamente di Rimini e di Carpi, e una donna di 45 anni di Modena) risultate positive alla ricerca del nuovo virus influenzale A/H1N1, quello che in Messico si è trasmesso dai suini agli umani e ha già causato 85 morti solo in Messico.La conferma dei primi tre casi in Emilia-Romagna è arrivata tra sabato sera e domenica mattina dall’Istituto superiore di sanità, a cui i laboratori di riferimento regionale di Bologna e di Parma avevano inviato, tra venerdì e sabato, i tre campioni risultati ‘casi probabili’ da sottoporre alla conferma definitiva. "Il sistema organizzativo ha funzionato bene, nonostante il week end", ha commentato il responsabile del Servizio Sanità pubblica della Regione, Pierluigi Macini. Tutti e tre i casi riguardano persone rientrate da New York nell’ultima settimana di maggio, che hanno manifestato sintomi di tipo influenzale e che sono state seguite in due casi a domicilio (i casi di Modena) e, nel caso del paziente di Rimini, con un breve ricovero in ospedale e successivamente a domicilio. "L’attività di sorveglianza continua e continueremo a seguire tutte le procedure previste", ha aggiunto Macini precisando che, fino ad ora, sono state 61 le segnalazioni di casi sospetti pervenute al Servizio sanità pubblica della Regione. "Per ognuna – ha spiegato – è stata messa in atto la complessa organizzazione prevista dal Piano regionale Pandemia influenzale. Da sottolineare che non è stato registrato alcun caso secondario, di infezione legata a una trasmissione del virus in Emilia-Romagna".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet