Nube islandese, riaprono i cieli dopo lo stop


BOLOGNA, 9 MAG 2010 – La chiusura dei cieli italiani unita al protrarsi dello stop in altri scali d’Europa ha comportato, per l’Aeroporto Marconi di Bologna, la cancellazione di 55 voli complessivi, di cui 27 in arrivo e 28 in partenza. Due voli in arrivo, inoltre, sono stati dirottati su altri scali (a Rimini e a Venezia). La situazione sta ora tornando gradualmente alla normalità. Il personale di biglietteria e ufficio informazioni è stato comunque potenziato per tutta la giornata, al fine di offrire adeguata assistenza ai passeggeri.Non si sono registrati inoltre disagi alla Stazione Centrale ferroviaria di Bologna, dove non c’è stata la ressa cui invece si era assistito durante l’emergenza-nube del mese scorso.Intanto la nube, che si sta spostando dal Nord Italia e che potrebbe liberare completamente i nostri cieli già a partire da questa notte, continua a tenere in apprensione nel Nord Europa. A farne le spese anche il Giro d’Italia, che per le tappe di apertura è volato in Olanda, ma che rischia di non poter effettuare il trasferimento in Italia, previsto per domani, in aereo. Se così fosse, l’intera carovana del Giro dovrebbe trascorrere la giornata di riposo di martedì in pullman.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet