Notte bianca: Telereggio racconta la città


REGGIO EMILIA, 22 MAG. 2009 – Per la terza volta, e con sempre maggior dispiego di mezzi, Telereggio racconta la Notte bianca e insieme racconta la nostra città, come è cambiata, come in questi anni il centro storico si è arricchito ed è diventato vivo.Il cuore della Notte sarà la grande fontana colorata davanti al Teatro Valli, quella che in pochi mesi ha fatto innamorare tantissime persone, quelle stesse che vedi la sera come ipnotizzate davanti alla magia di acqua e di luce. Quella dove sguazzano felici a piedi e in bici i bambini, multicolori (da tutti i punti di vista) ma tutti uguali nel gioco e nell’essersi appropriati di uno spazio che non c’era mai stato, tra il teatro e gli austeri monumenti ai caduti.Proprio la nuova fontana sarà anche il cuore della diretta di Telereggio, che allestirà lì accanto il consueto “salotto” dove Stefania Bondavalli e Livio Ramolini accoglieranno i loro ospiti: il sindaco e gli assessori, sicuramente, ma anche gli artisti da Mauro Bigonzetti ai giovani creativi che hanno collaborato ad allestire i vari spazi nelle strade e nelle piazze, ma anche i musicisti e gli artisti le cui opere sono uscite dai musei e per una settimana si sono “sparse” per le vie della città.Sette telecamere e venti tra giornalisti, tecnici e produttori per un impegno non indifferente. Una delle telecamere consentirà la ripresa dall’alto della piazza dei Teatri e tre saranno in giro, raccoglieranno interviste ed eventi, volti e luoghi di questa Notte bianca dedicata alle arti. Poi la corsa a “montare” i servizi, che saranno trasmessi nel corso della diretta.Il via per la diretta televisiva è alle 20.50 di sabato. Il ciak alla Notte bianca 2009 lo darà la coreografia di Aterballetto che si snoderà attorno e dentro la fontana del Teatro Valli, ai cui lati il Comune ha anche predisposto due maxi-schermi. La diretta di Telereggio proseguirà fino a mezzanotte e quaranta. Un modo per fare cronaca ma anche per raccontare e un po’ festeggiare la città, per una notte speriamo smemorata delle polemiche e di nuovo orgogliosa di se stessa.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet