Non voleva rompere con la fidanzata. Così l’ha violentata


in collaborazione con Teleromagna25 MAR. 2009 – Aveva sequestrato e violentato la sua ex compagna dopo averla invitata con un pretesto nella sua abitazione, a Ravenna. Quest’accusa è costata una condanna a quattro anni di carcere a un ravennate di 35 anni. Alla donna – trentatreenne, anche lei ravennate è andata una provvisionale di 30.000 euro. Nella stessa udienza per rito abbreviato, il Gup Cecilia Calandra del Tribunale di Ravenna si è riservato la decisione sulla carcerazione del condannato sulla base del nuovo decreto antistupro. Secondo l’accusa la vicenda sarebbe nata perché il giovane non ha mai accettato la rottura con la ex, con la quale era stato assieme fino al 2007 e dalla quale aveva avuto anche un figlio. Un legame mai sciolto del tutto – nonostante lei si fosse sposata con un altro – che era sfociato nell’episodio del 13 maggio quando, secondo la ricostruzione della Mobile, l’uomo aveva invitato la donna a casa sua con la scusa di voler vedere il bambino.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet