“Non si affitta ai viados”, almeno al Lido di Classe


in collaborazione con Teleromagna13 GIU. 2009 – Vietare che vengano affittati appartamenti ai viados. La proposta- che riguarda la zona di Lido di Classe, nel litorale Ravennate, e mira a contenere la prostituzione – viene dall’assessore al Decentramento del Comune di Ravenna Silveria Lameri e sta suscitando polemiche. In particolare, la federazione provinciale di Rifondazione Comunista, attraverso una nota, si è detta "turbata dalle affermazioni di politici del centrosinistra come l’assessore Lameri, che ci riportano alla memoria quei tristi cartelli del nord Italia ‘non si affitta ai meridionali’". Ieri l’ assessore Lameri, replicando al Pdl sulla situazione di Lido di Classe, dopo avere puntualizzato che l’amministrazione comunale non si era sottratta ai controlli degli alloggi, aveva sollecitato in via urgente l’inserimento nei regolamenti dei condomini del "divieto di affittare gli appartamenti ai viados". Sempre la lotta alla prostituzione a Lido di Classe nell’ estate dello scorso anno fu al centro di polemiche, dopo che il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, prospettò la possibilità di recarsi a fotografare trans e clienti per scoraggiare gli incontri. Possibilità che poi il sindaco non mise in atto. Ora la presa di posizione dell’assessore Lameri, che la si può anche leggere come una tirata d’orecchi ai residenti e proprietari immobiliari di Lido di Classe, Vi lamentate del degrado e chiedete interventi e più forza pubblica, è il pensiero neppure tanto nascosto della Lameri, ma se siete voi ad alimentare questa situazione solamente per guadagnare di più con certi superaffitti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet