Nomisma: a Bologna mercato immobiliare in crescita


Dopo i segnali positivi registrati l’anno scorso, anche nel primo semestre del 2017 il mercato
immobiliare di Bologna si conferma in crescita: è quanto emerge dall’analisi del secondo osservatorio immobiliare 2017 di Nomisma, in base al quale l’aumento riguarda soprattutto il
mercato residenziale, con domanda in crescita in centro e nelle zone di pregio. Stando allo studio, il numero di compravendite del 2016 ha fatto registrare un aumento pari al 23,7%, mentre nel corso del primo trimestre del 2017 l’andamento è attenuato rispetto allo stesso periodo di un anno fa, ma pur sempre in crescita del +4,4%. Per quanto riguarda i prezzi, nella prima parte del 2017 le abitazioni usate hanno fatto registrare una variazione negativa
pari al -0,7% (rispetto al -0,5% di fine 2016), mentre i prezzi delle abitazioni nuove risultano sostanzialmente invariati (-0,1%). Anche i tempi medi di vendita risultano in riduzione (da 6,5 mesi e 6 mesi), segnale ulteriore di una maggiore liquidità del mercato. In lieve ripresa il settore commerciale bolognese nella prima parte del 2017: la maggiore domanda di spazi commerciali si è tradotta in un aumento dei prezzi pari allo 0,4%, dopo anni di flessioni. Criticità invece per il mercato direzionale di Bologna: l’offerta di spazi sia in vendita sia in locazione continua a risultare in aumento e difficilmente assorbibile da una domanda piuttosto esile.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet