“Noi ci siamo”: Coop Estense per le scuole del cratere


MODENA, 18 DIC. 2012 – Un milione e 100mila euro. Cifra imponente che Coop Estense e l’Associazione delle cooperative di consumo del distretto Adriatico ACCDA donano alle scuole colpite dal terremoto nei territori di Modena e Ferrara. Il contributo é il risultato della campagna di raccolta fondi dal titolo significativo, Noi ci siamo, che ha coinvolto soci e consumatori e che è indirizzata nelle zone in cui operano Coop Estense e le cooperative del distretto Adriatico. L’obiettivo è stato individuato nell’ambito del Piano nazionale scuola digitale, l’accordo di programma sottoscritto dal Ministero dell’istruzione, universitá e ricerca, dalla Regione e dall’ufficio scolastico regionale. Computer e tecnologie per un impiego sistematico delle tecnologie nella didattica. Un obiettivo che va oltre la ricostruzione, quella con mattoni e cemento armato, ma proietta l’impegno della cooperazione nel futuro. Insomma, la solidarietà si trasforma in un investimento. Impegno, intervento nell’immediato per sostenere il futuro. Questo il significato del concetto di solidarietá contestualizzato nell’iniziativa Noi ci siamo. E la parola chiave é innovazione. Anche e soprattutto nella scuola. Dove la modernitá tecnologica é intesa come strada a senso unico per la formazione degli studenti e il lavoro degli insegnanti. L’obiettivo della Regione é dotare ogni classe di una Lim, lavagna interagiva multimediale. Il contributo di un milione e centomila euro deriva dalla campagna di raccolta fondi Noi ci siamo e da una donazione diretta di Coop Estense, che, una volta individuati gli obiettivi concreti del progetto, in fase di valutazione, ne renderá conto all’interno dei punti vendita sul territorio. Progetto, obiettivo, risultato. Questo l’impegno concreto della cooperazione per la scuola di oggi e di domani.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet