Il New York Times segnala Fico


Città dal grande e diverso fascino come Baltimora o Glasgow. Stati da scoprire come Bhutan o Estonia, mete esotiche dai Caraibi alle Fiji. E poi Fico. Anche il grande parco agroalimentare bolognese è stato inserito dal New York Times come uno dei principali motivi per visitare l’Emilia Romagna, al 42 esimo posto nella classifica redatta dal quotidiano americano, che in testa vede la musica di New Orleans e al terzo posto la basilicata, l’altra meta italiana citata assieme alla nostra regione e al Sudtirolo. Sulla versione on line dello storico quotidiano accanto alla tradizione cinematografica espressa da Fellini e da Dante Ferretti, che rivivranno nel cinema Fulgor e nella sua casa del cinema, spicca l’imprinting del food bolognese, con quello che viene definito un grande omaggio alla cucina italiana, nel quale, dice il Times, Esplorare, magari in sella a una delle bici che si possono utilizzare, i suoi frutteti, i giardini, i laboratori di produzione alimentare, il mercato e i circa 40 ristoranti o bancarelle di street food che si possono trovare nel nuovo parco. Un riconoscimento importante, sancito dalla grande immagine che di fatto presenta la quarantesima posizione, con grandi forme di parmigiano in primo piano e la conferma di quanto centrale sia l’offerta del buon cibo emiliano romagnolo e bolognese in particolare, nell’immaginario internazionale.
Non l’unico attestato arrivato oltreoceano. Già il Los Angeles Times aveva inserito Bologna, sempre nella sua chiave food e con Fico come espressione principale, tra le 18 mete da visitare nel nuovo anno. Stessa cosa fatta dal New York Post nella sua versione on line, nella quale non mancava la citazione per quello che viene definito il più grande parco agroalimentare al mondo. Non solo, esattamente come ha fatto la rivista internazionale di viaggi, Traveller, che ha inseriro Bologna nelle top 10 delle destinazioni, la città non va snobbata a vantaggio di Firenze o Roma, per la sua bellezza, minor caos e, naturalmente la sua cucina.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet