Nel ricordo di Peppino Impastato riparte la Scuola di Etica e Politica


REGGIO EMILIA 18 OTT. 2010 – Un salto di trent’anni indietro nella storia, per raccontare l’avventura di Radio Aut, lo strumento di denuncia inventato da Peppino Impastato. Lo fa Giorgio di Vita nel suo libro "Non con un lamento", in cui l’eroe de "I cento Passi" viene descritto come il compagno di lotta contro il dominio di Cosa nostra sul territorio e soprattutto sulle menti dei suoi abitanti. Lo scrittore, e disegnatore di fumetti, sarà a Reggio Emilia martedì 19 ottobre per inaugurare l’edizione 2010-2011 della Scuola di Etica e Politica “Giacomo Ulivi”, giunta alla sua quinta edizione. SCUOLA DI ETICA E POLITICA
I primi appuntamenti della Scuola di Etica e Politica “Giacomo Ulivi” vogliono dedicare un focus sul tema delle criminalità organizzate e delle infiltrazioni mafiose all’interno dell’economia e della politica. Si parte giovedì 4 novembre alle ore 21 con la presentazione de “La mafia in Emilia” della giornalista Sara Di Antonio che illustrerà come la mafia calabrese si è infiltrata nel modello emiliano, giovedì 18 novembre alle ore 21 sarà Marcello Ravveduto a presentare il volume “Strozzateci tutti”, martedì 14 dicembre alle ore 15 sarà il Magistrato Gherardo Colombo a tenere una lezione rivolta agli studenti del liceo artistico Chierici sul tema “Educare alla legalità”, giovedì 16 dicembre invece Alberto Puliafito presenterà “Protezione civile Spa” e gli scandali dietro alla gestione dei fondi per la ricostruzione dell’Abruzzo. In gennaio verrà presentato il volume “Faq mafia” del giornalista di Repubblica “Attilio Bolzoni”
TECNOLOGIA, ECONOMIA E GIOVANI
La Scuola di Etica e Politica proseguirà nel corso del 2011, offrendo momenti di formazioni, dialogo e confronto aperti alla cittadinanza. In questa edizione si affronteranno in particolare anche tematiche legate alle nuove tecnologie, sarà infatti ospite della Gabella Riccardo Luca direttore di Wired, economia con il prof. Marco Onado e il prof. Michele Polo. Lunedì 15 novembre alle 21 invece si terrà il primo dibattito attorno alla questione giovanile, il prof. Marco Iezzi affronterà il tema “Gioventù sprecata”. Lunedì 6 dicembre invece Don Giuseppe Dossetti jr presenterà il volume “Nodi”, il volume che vuole porre in discussione due tematiche: il rapporto tra religione e violenza e l’ammissione al sacramento dei divorziati risposati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet