Nel Reggiano fontane di acqua gassata e imbottigliamento fai-da-te


REGGIO EMILIA, 9 APR. 2009 – L’acqua da mettere in tavola, tra qualche mese, arriverà dall’acquedotto e si imbottiglierà direttamente da una fontana, con tanto di scelta tra liscia, gassata o addirittura refrigerata. Le fontane saranno realizzate nel reggiano, a Scandiano, Correggio e Sant’Ilario – dove per Enia l’acqua, essendo più dolce, consente una migliore gestione dell’impianto – e permetteranno ai cittadini di risparmiare, ma soprattutto di produrre meno rifiuti. Il costo sarà infatti quello dell’acqua potabile e ogni abitante che ricorrerà al sistema di "ricarica" risparmierà 10 chilogrammi di plastica iall’anno. Questo è uno dei tanti innovativi progetti che verranno realizzati grazie al Piano triennale d’azione ambientale 2008-2010, approvato dalla Provincia. "Attraverso il Piano, che ha lo scopo di indirizzare e sostenere azioni in diversi settori strategici per la tutela e la salvaguardia ambientale – spiega l’assessore Alfredo Gennari – la Provincia movimenterà complessivamente dieci milioni, fondi regionali compresi, da utilizzare nell’ottimizzazione della gestione dei rifiuti, compresi l’incremento della raccolta differenziata e la riduzione della produzione, in azioni per la qualità dell’aria e per la bonifica di siti inquinati".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet