Nel mirino della Consob il bilancio di Fonsai


21 GIU. 2012 – Poteva essere una giornata da incorniciare per Fondiaria Sai. La fusione-salvataggio con Unipol è sempre più vicina, visti i via libera da parte dell’Isvap e dell’Antitrust e il titolo si impenna in Borsa. Ma da un terzo organismo di controllo dei mercati, la Consob, arriva una contestazione: l’ultimo bilancio non è conforma ai principi Ias, ovvero alle norme contabili internazionali. A diffondere la notizia è il sito Linkiesta, secondo cui i rilievi dell’autorità "riguardano le modalità di esposizione in bilancio della rivalutazione delle riserve tecniche (ossia l’aumento delle stima dei debiti per sinistri)". Nello specifico, sotto la lente d’ingrandimento della Consob è finita una posta di bilancio da 517 milioni di euro. A questo valore corrispondono i sinistri degli esercizi passati. Si tratta di una stima, che però, secondo l’autorità, deve essere chiarita.[Leggi l’articolo su Linkiesta]

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet