Naspi, l’allarme della Cgil per il 2017


I nuovi dati sul lavoro, del rapporto unico Inps, Inail e Istat, che parlano di oltre 540mila dipendenti in più in Italia rispetto a un anno fa non placano la Cgil che in attesa del responso della consulta sul referendum lancia l’allarme sul 2017 quando entrerà in vigore la riforma degli ammortizzatori sociali che prevede l’introduzione della Naspi, l’assicurazione sociale per l’impiego, al posto di cassa in deroga e mobilità. Una novità, secondo Manuela Gozzi, prossima segretaria della Cgil di Modena, che rischia di favorire licenziamenti e di colpire le piccole imprese in un momento in cui la cassa integrazione ha ripreso vigore crescendo quest’anno del 23%. Prioritaria resta per la Cgil anche la lotta all’abuso dei voucher. Modena resta la seconda provincia in Regione per numero di buoni lavoro: il 2016 si chiuderà infatti con oltre 3milioni di voucher contro i 2 milioni e mezzo del 2015.

E sulla questione dei voucher oggi interviene il presidente della Cia-Agricoltori italiani Cristiano Fini commenta che “la discussione è irrilevante per il settore agricolo che ha altre priorità”. Secondo la Confederazione infatti serve flessibilità nei periodi delle grandi raccolte, l’introduzione di un regime contributivo meno rigido ed oneroso e nuovi strumenti per reperire manodopera specializzata.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet