Nasce a Reggio un osservatorio web per gli appalti pubblici


REGGIO EMILIA, 2 MAR. 2009 – Un osservatorio online di tutti gli appalti pubblici in grado di conoscere in tempo reale – anche attraverso subappalti e subforniture – l’intero mondo che ruota attorno a ogni singolo cantiere. Si chiamerà Opal-Re (Osservatorio provinciale appalti lavori pubblici della Provincia di Reggio Emilia) e sarà il primo in Italia a permettere una conoscenza così dettagliata del settore. Un risultato particolarmente importante anche perché un cantiere su cinque reggiano è "pubblico" . "E’ uno strumento, unico in Italia per trasparenza – ha commentato la presidente della Provincia, Sonia Masini – in grado di favorire le pubbliche amministrazioni e le stesse imprese, anche al fine di prevenire e contrastare eventuali infiltrazioni da parte della criminalità organizzata". Attraverso Internet potrà essere consultata una mappa provinciale che mostrerà tutti i cantieri aperti, indicando il tipo di intervento, l’importo, la ditta vincitrice dell’appalto e chi materialmente sta eseguendo i lavori. A realizzare il sito sarà la Nuova Quasco, agenzia regionale interamente pubblica: a maggio sarà installato il database, a settembre inizieranno i primi test e per gennaio 2010 è prevista la fine della sperimentazione e il debutto online.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet