Napolitano in Emilia:”Lo Stato è qui”


BOLOGNA, 7 GIU. 2012 – Bisogna rivedere "il piano di sicurezza nazionale rispetto al rischio sismico". E’ quanto ha chiesto il presidente Giorgio Napolitano oggi a Bologna per incontrare i sindaci e i governatori delle zone colpite dal sisma. Il capo dello Stato ha sottolineato che bisogna "ricalibrare" la mappa del rischio”. Sulle vittime: "Abbiamo innanzitutto delle vittime da piangere, e non sono poche, hanno pagato con la vita certe circostanze. Essere schiacciati dalle mura del luogo dove si lavora è spettacolo che ferisce. E’ un problema che dobbiamo affrontare". "Lo Stato è qui", è presente in  tutte le sue istituzioni e c’é attenzione sia al Quirinale che alla Presidenza del Consiglio” – ha detto Napolitano – "Sono qui per vedere ed ascoltare e riferirò al governo". Il presidente della Repubblica ha detto di aver firmato il decreto per le zone terremotate "ad occhi chiusi" quando è arrivato ieri sera sul suo tavolo, "ma guardandolo oggi mi pare proprio che rappresenti una buona risposta" all’emergenza.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet