Mutui, tutti da Mps per la sospensione delle rate


BOLOGNA, 23 GIU. 2009 – In coda per far congelare il mutuo. Un mese e mezzo sono passati dall’attivazione del pacchetto anti-crisi da parte della Banca Monte dei Paschi di Siena e sono già 300 le richieste inoltrate all’istituto per la sospensione di pagamento della rata del mutuo. Il contratto può essere fermato per un minimo di 6 mesi e un massimo di 12. In totale è stato chiesto un differimento del pagamento su circa 35 milioni di euro (circa 600 la quota complessiva italiana). Tra le altre misure di sostegno messe a punto da Mps poi c’è anche il mutuo ‘protetto’, che permette al cliente di proteggersi dalle fluttuazioni del mercato e determinare (al momento della stipula) la soglia massima della rata futura: in questo caso sono stati avviati contratti in Emilia-Romagna per circa 20 milioni.Per Fabrizio Poltronieri, responsabile Mps per l’Emilia-Romagna, sono circa un migliaio le famiglie in regione che potranno beneficiare delle misure del pacchetto ‘anticrisi’, che prevede anche guide e ausili informativi su finanziamenti e prodotti per i clienti, la sospensione delle rate per i prestiti personali erogati da Consum.it tramite banche del Gruppo Montepaschi, ma soprattutto il recepimento anticipato della direttiva europea sul credito ai consumatori (2008/48/Ce) con interventi che prevedono la possibilità per il consumatore di esercitare, entro 14 giorni , il diritto di recesso su un prestito erogato e la riduzione della commissione di estinzione anticipata applicata al consumatore.Inoltre, sempre in questo ambito, sarà esteso l’ambito di applicazione dell’articolo 42 del codice del consumo, con l’adozione della sussidiarietà della finanziaria a tutela del consumatore nel caso di mancata consegna del bene da parte del negoziante (anche nel caso in cui non si operi in esclusiva). In pratica in caso di mancata consegna del bene oggetto del finanziamento, il cliente potrà chiedere la restituzione del denaro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet