Muore Steno Marcegaglia, il re dell’acciaio


10 SET. 2013 – E’ morto questa mattina a Milano Steno Marcegaglia, il fondatore e presidente dell’omonimo gruppo dell’acciaio, con stabilimenti in tutto il mondo e anche in Emilia Romagna, in provincia di Bologna (Osteria Grande), di Forlì-Cesena (Forlimpopoli), di Parma (Basilicanova di Montechiarugolo) e a Ravenna. Ricoverato da qualche tempo per una caduta, aveva 83 anni ed era il padre dell’ex presidente di Confindustria Emma."Con lui scompare un importante imprenditore, l’artefice di uno dei più significativi investimenti industriali nella nostra città. Abbiamo avuto modo di conoscerlo personalmente: aveva le caratteristiche del grande capitano d’industria". Con queste parole il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci e il vicensindaco Giannantonio Mingozzi hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa e la loro vicinanza alla famiglia, anche a nome della comunità ravennate.Un "imprenditore illuminato e figura centrale nello sviluppo del tessuto produttivo del territorio" è invece il ricordo di Confindustria Ravenna e del suo presidente Guido Ottolenghi. "Negli anni, gli impianti di via Baiona sono cresciuti fino a diventare punto di riferimento per l’intero gruppo siderurgico di Gazoldo degli Ippoliti – si legge in una nota della associazione – Ma non va dimenticato il ruolo che il Gruppo svolge sul porto, con una movimentazione di coils che incide favorevolmente sul complesso dei traffici mercantili. Il mondo industriale e associativo perde uno dei suoi principali esponenti, particolarmente attivo a Ravenna, dove accanto all’attività di impresa ha contribuito a sostenere iniziative di carattere sociale, culturale e sportivo". Confindustria Ravenna ha espresso vicinanza alla famiglia Marcegaglia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet