Motorshow a rischio, preoccupazione a Bologna


I Ristoranti di Confcommercio Ascom Bologna vivono con preoccupazione il dibattito nato alcuni giorni fa in merito al Motorshow. “Lo storico salone dell’auto ha portato molto lavoro alla nostra categoria, è sempre stato molto frequentato ed in sostanza è l’unica fiera nel mese di dicembre. Per questi motivi ha sempre rappresentato una grande occasione sia economica sia di promozione per tutta la città” – così interviene Eros Palmirani, Presidente Federazione Ristoranti di Confcommercio Ascom Bologna. ”Dal punto di vista economico il Motorshow portava ogni anno milioni di euro di fatturato nel territorio, in particolare nel weekend si lavorava moltissimo, riempiendo tutti i ristoranti fino all’ultimo tavolo. Sarebbe un vero peccato per noi se non si potesse più beneficiare di questa kermesse” prosegue il Presidente Palmirani. “Nonostante le difficoltà degli ultimi anni, il Motorshow è un punto di riferimento fondamentale per il rapporto che lega la passione per i motori ai prodotti del nostro territorio. Per questi motivi auspichiamo di non perdere questo appuntamento e riteniamo indispensabile cercare le vie migliori per un suo rilancio” conclude Eros Palmirani.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet