Motor Show: Milano tenta lo “scippo”


BOLOGNA, 2 OTT 2009 – Se il ministro Claudio Scajola anziché di Annozero e di Michele Santoro si occupasse del settore auto e del Motor Show, forse sarebbe meglio. Stanno circolando voci che la defezione della Fiat dal salone bolognese (che ha messo in forse la stessa realizzazione della storica convention) preluda in realtà ad uno “scippo” da parte della Fiera di Milano del Motorshow 2009."Sarebbe grave se il Motor Show si realizzasse a Milano", è il primo commento dell’assessore alle attività produttive dell’Emilia-Romagna Duccio Campagnoli, che mette in guardia la Fiat che ha già deciso di partecipare ad alcuni saloni, ma di non essere a quello di Tokyo come a quello di Bologna. "Sarebbe una sorpresa – afferma Campagnoli – che vi fosse una bugia e scoprissimo che c’è un Motor Show con la Fiat da qualche parte fra qualche mese".Campagnoli si è rivolto anche al ministro dello Sviluppo economico Scajola, nel momento in cui si riparla di incentivi per il settore auto, per invitarlo a "confermare il salone dell’auto a Bologna", rimasta l’unica città dove si tiene una rassegna del genere. Del rischio che sia Milano a ‘scippare’ il salone dell’auto a Bologna parla anche il presidente della Fiera di Bologna Fabio Roversi Monaco in una intervista. Roversi afferma che la Fiera è impegnata per evitare che "altri portino via quello che si ha". Allude alla Fiera di Milano ? "Non solo – risponde Roversi – certo il tentativo di Milano è di svuotare altre fiere, di renderle proprie ancelle".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet