MotoGP: Stoner scippa il Mugello a Rossi


31 MAG 2009 – Il Mugello regala al MotoGP una gara splendida, che conferma come la lotta per la vittoria finale sarà accanita fino alla fine. La novità è che, dopo sette anni di vittorie, Valentino Rossi cede il gradino alto del podio a Casey Stoner, bravissimo a non sbagliare nulla. L’australiano della Ducati sale così in vetta alla classifica mondiale, con quattro punti di vantaggio su Jorge Lorenzo, oggi secondo, e nove su Rossi. Sulla gara del campione del mondo in carica pesa la scelta sbagliata del suo team di montare gomme dure al cambio della moto a metà gara.LA GARALa partenza è infatti in condizioni di bagnato: malgrado non piova più la pista deve ancora asciugarsi dalla pioggia del mattino. Dopo poche curve, la classifica è già rivoluzionata: partono malissimo Lorenzo, dalla pole, e Rossi, che si ritrovano rispettivamente 8° e 6°. Balzano avanti invece Stoner, insieme a Vermeulen e Dovizioso. Rossi comincia la sua solita rimonta, che lo porterà a sorpassare il terzetto di testa al 7° giro, e lo lancerà verso una probabile fuga. Ottima la prova sul bagnato anche degli altri due italiani, Dovizioso e Melandri: quest’ultimo riesce addirittura a riportarsi a ridosso di Rossi e a superarlo al 9° giro, agguantando la testa della corsa. Ma è proprio al 9° giro che la gara subisce una netta sterzata: la pista si è infatti asciugata e tutti i piloti rientrano per cambiare moto.Rossi, stranamente, monta gomme dure, mentre tutti gli altri hanno almeno una gomma morbida. Questa scelta, che a fine gara dichiarerà di non aver condiviso col suo team, gli fa perdere parecchi secondi nei primi due giri dopo la sosta, perché le gomme dure impiegano più tempo ad andare in temperatura.Dopo lo stop, i rapporti di forza cambiano: Stoner è una scheggia sull’asciutto e raggiunge facilmente la testa della corsa, seguito da Dovizioso e Capirossi, con più staccati Lorenzo e Rossi. Melandri invece scompare dalle posizioni di testa: il pilota ravennate è in difficoltà sull’asciutto e chiuderà solo 11°, dietro anche all’altro italiano Niccolò Canepa, arrivato 9°. Ennesima brutta caduta per Daniel Pedrosa, al giro 12, che preclude al pilota spagnolo la possibilità di lottare ancora per il titolo.L’ultima parte di gara vede la graduale rimonta delle due Yamaha su Dovizioso e Capirossi, che vengono scavalcati a due giri dalla fine. Comunque troppo tardi per andare a prendersi il primo posto.Vince dunque Stoner, davanti a Lorenzo, Rossi, Dovizioso e Capirossi. CLASSIFICA MONDIALEStoner 90, Lorenzo 86, Rossi 81, Pedrosa 57, Dovizioso 56, Melandri 48.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet