MotoGP di Le Mans: vince Lorenzo, Rossi secondo


LE MANS, 23 MAG 2010 – Jorge Lorenzo vince in scioltezza il MotoGP di Le Mans e consolida la sua leadership Mondiale nei confronti di Valentino Rossi. Il pilota spagnolo ha collezionato, su tre gare disputate, un secondo e due primi posti: un andamento che lo pone tra i favoritissimi per il Mondiale. Lorenzo sembra cresciuto moltissimo rispetto agli anni scorsi: chiude con autorevolezza le gare in cui la sua moto è superiore alle altre, e riesce a portare a casa molti punti anche quando è in difficoltà. Rossi, dal canto suo, non ha forzato oggi, come non lo ha fatto nella gara precedente: il secondo posto in Francia gli permette di rimanere a soli 9 punti di distacco, con 15 gare ancora da disputare. Certo è però che i problemi di assetto, che in queste prime corse sono stati una costante, devono trovare soluzione, altrimenti la rincorsa al costantissimo compagno di squadra potrebbe diventare impossibile. Chi invece sembra ormai tagliato fuori dai giochi (ma forse è presto per dirlo) è Casey Stoner, che con un’altra caduta (la seconda in tre gare) si ritrova in classifica a ben 59 punti da Lorenzo: un distacco che potrebbe già essere incolmabile.LA GARA – In partenza scattano bene Rossi e Pedrosa, seguiti da Lorenzo e dalle due Ducati di Hayden e Stoner. Lorenzo ci mette un solo giro per sorpassare Pedrosa e a incollarsi al compagno di squadra Rossi. Al terzo giro succede l’imprevisto: Stoner, che era in quarta posizione, perde il posteriore in curva e si stende: gara finita e addio sogni di gloria. Un errore che lo stesso Stoner, intervistato poco dopo, non saprà spiegarsi. La sensazione è che Casey abbia ancora enormi problemi a gestire la pressione delle gare.Davanti la corsa continua immutata: le Yamaha fuggono imprendibili, Lorenzo, incollato al tubo di scappamento di Rossi, ne studia le traiettorie e lo provoca in un paio di occasioni affacciandosi in frenata. Il primo tentativo vero di sorpasso avviene al 7° giro, ma il Campione del Mondo di Tavullia è bravo a rimettersi davanti alla curva successiva. La manovra non gli riesce di nuovo, però, all’11° giro, quando Lorenzo lo supera e lo stacca facilmente, andando a chiudere la gara in solitaria, con oltre 5 secondi di vantaggio. Rossi prova a tenerlo soltanto per un paio di giri, poi si rende conto di non essere abbastanza veloce e decide di non rischiare.Sul podio con le Yamaha sale anche Andrea Dovizioso: il pilota romagnolo passa tutta la gara sugli scarichi del compagno di squadra Pedrosa e lo supera soltanto all’ultimo giro, con una splendida staccata. Perso il terzo gradino del podio, Pedrosa tenta il tutto per tutto nelle ultime curve, ma finisce per commettere due errori e per perdere anche la quarta posizione, a vantaggio di Nicky Haiden, che aspettava lì dietro, sornione.Un abisso più indietro dei primi arrivano "i normali": il primo di loro, 6°, è Marco Melandri, autore di una gara eccellente. Il suo compagno di squadra al team Gresini, Marco Simoncelli, arriva invece decimo.MOTO GP DI LE MANS, ORDINE D’ARRIVO – 1°LORENZO 2°ROSSI 3°DOVIZIOSO 4°HAYDEN 5°PEDROSA 6°MELANDRI 7°DE PUNIET 8°BARBERA 9°ESPARGARO 10°SIMONCELLI 11°AOYAMA 12°EDWARDS 13°KALLIO (RITIRATI: CAPIROSSI, SPIES E STONER)CLASSIFICA MONDIALE – 70 LORENZO, 61 ROSSI, 42 DOVIZIOSO, 40 PEDROSA, 39 HAYDEN, 26 DE PUNIET, 21 MELANDRI, 16 EDWARDS E SIMONCELLI, 15 BARBERA, 13 AOYAMA, 12 SPIES E KALLIO, 11 STONER, 9 CAPIROSSI E ESPARGARO, 8 BAUTISTA.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet