Moto Gp, Valentino cade e parte quinto


BRNO (REP. CECA), 14 AGO. 2010 – Un brivido a poche ore del gran gran premio alla fine del quale ci sarà l’annuncio di ciò che da tempo si conosce ma che ancora non è ufficiale. E’ lo scivolone di Valentino Rossi, che uscendo da una curva durante le prove ufficiali del Gp della Repubblica Ceca si è ritrovato per terra. Uscito incolume dalla caduta, dopo essersi rialzato si lasciato andare in un gesto di stizza. Fino a ieri il dottore era però sereno e in vena, come al solito, di scherzi con i giornalisti: "Domenica dopo la gara si saprà cosa farò gli anni prossimi, ancora non lo so, anch’io sono curioso di sapere cosa succederà", ha spiegato col sorriso sulle labbra. Come dire che il passaggio alla scuderia di Borgo Panigale è ormai cosa fatta, ma c’è pur sempre una mezza stagione ancora davanti.Gli unici interrogativi che restano riguardano i componenti del team che seguiranno Valentino, Jeremi Burges in primis. Poi non si sa se Rossi a novembre sarà già svincolato dalla Yamaha e pronto così per i test a Valencia. Per ora di certo c’è che l’obiettivo del centauro resta quello di cercare di tornare competitivo, pronto di nuovo a vincere, prima della fine del campionato. COSI’ ALLA GRIGLIA DI PARTENZADani Pedrosa su Honda partira’ in pole grazie al suo tempo di 1’56"508. Alle sue spalle lo statunitense Ben Spies (1’56"846) con la Yamaha Tech3. Jorge Lorenzo (1’56"865), per ora in vetta al mondiale, chiude la prima fila con la Yamaha. Subito dietro lo spagnolo Casey Stoner (1’56"868) con la Ducati apre la seconda fila davanti alla Yamaha di Valentino Rossi (1’57"059) e all’altra Hond ufficiale di Andrea Dovizioso (1’57"117). Decimo Loris Capirossi con la Suzuki, dodicesimo Marco Simonceli (Honda) e quattordicesimo Marco Melandri (Honda).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet