Moto contro auto, muore giovane di 31 anni


© Telereggio13 APR. 2009 – ‘Questa mattina c’è un sole splendido, vado a fare un giro in moto’. E’ l’ultimo messaggio che Andrea Cattani, 31 anni, ha scritto alla madre. E’ partito da solo, in sella alla sua Honda, fino a Montefiorino, nel Modenese, dove la famiglia ha una proprietà. Poi il ritorno, per pranzare con la ragazza a Barco di Bibbiano. Andrea era andato a convivere con Elisa da un mese soltanto. Ma poco dopo le 11 lo scontro, tremendo. Sulla statale 63, all’altezza della Pinetina di Vezzano. Secondo la ricostruzione della polizia stradale di Castelnovo Monti, in corrispondenza di una curva la moto si è scontrata frontalmente con un’auto, una Lancia Phedra, condotta da un 58enne residente a Reggio. Il centauro ha urtato la parte laterale della vettura, coinvolgendo anche un ciclista, rimasto illeso. L’impatto con l’auto è stato talmente violento che ha sbalzato il giovane per diversi metri, ed è finito in una scarpata. Inutili i ripetuti tentativi dei sanitari di rianimarlo,Andrea Cattani è morto sul colpo. Il giovane lavorava da 12 anni come informatico in un’azienda metalmeccanica di Bibbiano. Lascia nel dolore la compagna Elisa, il padre Mauro, la madre Umberta e un fratello minore, Marco di 26 anni. La famiglia, molto conosciuta, abita in via Papa Giovanni XXIII a Montecavolo. Il padre è maestro nella scuola elementare di Quattro Castella, insieme al figlio minore e alla moglie è volontario della Croce Rossa e fa parte del gruppo della contrada dei Villici, che ogni anno anima lo storico corteo matildico di Quattro Castella. Il sindaco del paese, Cesare Beggi, che conosce il padre del ragazzo personalmente, è andato a far visita alla famiglia e ha espresso il cordoglio di tutta la comunità. La salma del giovane si trova ora all’obitorio di Coviolo in attesa che il magistrato conceda il nullaosta per i funerali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet