MosBuild, Ceramics of Italy torna a Mosca


SASSUOLO (MO), 26 MAR. 2012 – Assieme alla primavera, torna puntale come ogni anno l’appuntamento con il mercato russo. Dal 2 al 13 aprile 2012 presso l’Expocentre di Mosca arriva MosBuild, fiera internazionale dell’edilizia, dei materiali di rivestimento e dell’arredamento per interni. Giunta alla diciottesima edizione, la rassegna fieristica organizzata da ITE (International Trade Exhibitions) è sicuramente la più grande e la più nota della Russia, come dimostra la provenienza da 48 paesi diversi dei partecipanti, in grado di attirare un pubblico sempre più numeroso e sempre più mirato in termini di produttori, fornitori e clienti.Per celebrare la sua centralità nel mercato dell’edilizia in Russia, la manifestazione si trasferisce nella sua totalità merceologica all’Expocentre, rinunciando alla sua “doppia anima” che tradizionalmente vedeva una sezione della fiera presso la sede espositiva di Crocus. Una kermesse di prodotti e sistemi per il mondo della costruzione che occuperà quasi due settimane nel calendario degli appuntamenti di Mosca. E infatti, dal 2 al 5 aprile la fiera sarà dedicata ai settori Design e Decor (bagno, ceramica e tecno-ceramica, porte e infissi, pavimentazioni, wall décor, rivestimenti e pitture) mentre dal 10 al 13 aprile a Costruzioni e Architettura (materiali, idraulica, serramenti, illuminotecnica, utensileria, finiture, country living, lavorazione pietra).In questo nuovo scenario, MosBuild si riconferma vetrina di prestigio per le nuove tendenze e tecnologie, un forum internazionale di accordi strategici sulle costruzioni e un’opportunità importante di approccio al dinamico mercato russo alla quale ormai da un decennio il settore ceramico italiano non rinuncia. Per enfatizzare la presenza italiana, Ceramics of Italy si presenta dal 2 al 5 aprile con una veste nuova: uno stand di 100 metri quadrati rivisitato nel look della sua area ospitalità e del punto informazioni dedicato agli associati ed ai loro clienti stranieri ed una caratterizzazione accattivante, entrambi rappresentativi della tradizione, della qualità, dell’innovazione e della creatività della ceramica Made in Italy. Moquette, banners, elementi direzionali e totem – accanto alla versione del Cer Magazine International in cirillico, nuova nella grafica e nei contenuti – sottolineano la presenza delle aziende Ceramics of Italy in fiera.E sono circa una trentina le aziende produttrici di piastrelle di ceramica Made in Italy che occupano gli spazi espositivi localizzati nei Padiglione 2 – hall 3 e hall 1 e Padiglione 8 – hall 2: Abk, Ariana, Atlas Concorde, Brennero, Caesar, Casalgrande Padana, Ceramica Sant’Agostino, Cerdisa, Cisa, Coem/Fioranese, Emilceramica, Del Conca, Fap, Flaviker, Florim, Gambini, Gardenia Orchidea, Kale Italia, Keope, Kerama Marazzi, Litokol, Majorca, Ricchetti, Rondine, Serenissima, Settecento, Sire, Tagina, Vallelunga.Immancabile, durante la grande rassegna fieristica, l’ormai tradizionale appuntamento con il Confindustria Ceramica Russian Distributor Award che, giunto alla sua quinta edizione, rende onore ad un partner russo fondamentale che si sia distinto per la sua attività a sostegno della promozione della ceramica italiana. Vincitore dell’edizione 2012 è Andrey Borisovich Kuleshov di Bazalt Keramika.Altra iniziativa dell’Associazione è la realizzazione di una serie di incontri fra un selezionato numero di importanti studi di architettura e personalità del real estate appositamente invitati in fiera per incontrare gli imprenditori italiani secondo un preciso calendario di appuntamenti. L’iniziativa Ceramics of Italy è organizzata da Confindustria Ceramica in collaborazione con le riviste di design e architettura Elite ed Architekturny Vestnik che, per l’occasione, forniscono un adeguato supporto editoriale alla presenza delle aziende italiane.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet