“Monti va nella giusta direzione”. Parola di Vissol


©Trc-TelemodenaMODENA, 13 DIC. 2011 – La manovra di Monti? Un primo passo verso il salvataggio dell’Italia. Non c’è altra scelta, l’Italia come altri paesi sta vivendo al di sopra delle sue possibilità. L’analisi è dell’economista Thierry Vissol, consigliere speciale presso la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, chiamato a parlare della situazione politica ed economica dell’Europa alla facoltà Marco Biagi, un appuntamento che cade a pochi giorni dal vertice  europeo salva euro. E dice: “Non c’è altra scelta, il problema è trovare equità. Come farlo è complesso ma visto da Bruxelles Monti sta andando nella giusta direzione”. Esperto di macroeconomia, di media e comunicazione, fino al 2002 Vissol ha lavorato all’unione economica monetaria. “Uscire dalla moneta unica sarebbe la fine del mondo”: ha detto, scherzando ma non troppo. “Per l’Italia e la Grecia uscire dall’euro significherebbe immediatamente una svalutazione della moneta del 30 e 40%, senza dimenticare però che il debito resterebbe in euro, ciò produrrebbe un sistema fallimentare a catena”, ha aggiunto. Europeista convinto, Thierry Vissol ha infine rispedito al mittente le critiche delle agenzie di rating americane che hanno di nuovo minacciato il declassamento di molti paesi dell’Eurozona dopo il vertice europeo di Bruxelles considerato inconcludente. “Sono le stesse che prima del crack, avevano dato alla Lehman Brothers la tripla A”, ha concluso.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet