Montella ringrazia il Bologna


BOLOGNA, 23 FEB. 2011 – "Il risultato giusto era 0-0", ha detto l’allenatore del Bologna Alberto Malesani ai microfoni di Sky alla fine della partita. Invece nel recupero del Dall’ara è stata la Roma a conquistare tre punti in meno di novanta minuti. Il volo di Vincenzo Montella in panchina in serie A è cominciato con una vittoria, firmata De Rossi, che riporta, quantomeno, un briciolo di serenità in casa giallorossa e spinge la squadra capitolina al sesto posto rilanciandone le ambizioni. Non che Montella al suo esordio si sia trovato di fronte un ostacolo che gli abbia opposto particolare resistenza. Nella continuazione della partita interrotta lo scorso 30 gennaio per neve, il Bologna, pieno zeppo di assenti e forse un po’ appagato dal ciclo recente che lo ha tirato fuori dalla zona pericolosa della classifica, non ha praticamente fatto niente per provare a vincere la partita e nemmeno per pareggiarla. Ne è venuta fuori una sfida sonnacchiosa, decisa sul calar del primo tempo da un gol del capitano supplente, visto che Francesco Totti è partito dalla panchina, giocando solo uno scampolo di ripresa. La partita è cominciata da un calcio d’angolo, visto che proprio lì si era rimasti congelati sotto la tormenta di neve lo scorso 30 gennaio. E a fine primo tempo, senza sussulti e senza scosse, la sfida si è risolta grazie a De Rossi, protagonista nel bene e nel male. Ammonito per aver steso Ramirez che lo aveva saltato, ha commesso, poco dopo, un fallo di mano per il quale i giocatori del Bologna hanno chiesto il secondo cartellino. Poco dopo ha segnato, quando Vucinic, impiegato larghissimo a sinistra, ha soffiato un pallone a Casarini, centrocampista di fatica inventato esterno destro di difesa per la penuria di manodopera: De Rossi è stato bravo a liberarsi ed a trovare il tiro che, anche con una decisiva deviazione di Cherubin, ha spiazzato irrimediabilmente Viviano. "Loro avevano un allenatore nuovo, erano molto motivati – ha proseguito Malesani – Noi abbiamo fatto bene nonostante le assenze. Forse abbiamo spinto più noi. Il fallo di De Rossi? L’hanno visto tutto, le analisi le fate voi – ha aggiunto riferendosi al secondo giallo reclamato contro il centrocampista della Roma – Accetto però se uno la prende di mano il regolamento parla chiaro. Ma siamo abituati". "Il Bologna è una squadra che si deve salvare – ha concluso l’allenatore rossoblu – I giocatori della Roma erano molto stimolati. Noi abbiamo attaccato. Per i valori che c’erano in campo doveva essere la Roma che attaccava e noi che difendevamo".Malesani non ha voluto parlare della Roma: "Non voglio parlare dei giallorossi perché guardo la mia squadra – ha concluso – Posso dire che abbiamo avuto una bella reazione, loro hanno fatto una partita molto accorta. Contro la Juve sarà difficile. Adesso però conto di recuperare gli squalificati, però complimenti ai miei giovanotti".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet