La modenese Pm Group “parla” americano


L’americana Manitex International, attiva nel settore della movimentazione e del sollevamento, acquisisce la modenese Pm Group, azienda di San Cesario sul Panaro operativa nel campo delle gru retrocabina, delle piattaforme aeree e dei ponteggi e
delle strutture per l’edilizia. Nel dettaglio – si legge in una nota – l’impresa emiliana ha
sottoscritto, ieri, un accordo con le banche che prevede la riduzione del debito del gruppo per 47,5 milioni di euro “grazie all’intervento di Manitex International che ha sottoscritto l’impegno all’acquisto di Pm e di Oil&Steel e all’intervento di Columna Capital, che mediante il fondo Polo Holding, ha sottoscritto l’impegno all’acquisto di Pilosio”. In particolare, viene spiegato ancora nella nota, “grazie all’accordo di ristrutturazione dell’indebitamento, che verrà sottoposto all’omologa del Tribunale di Modena e agli aumenti di capitale previsti, il debito di Pm e di Oil&Steel Spa viene a ridursi nell’insieme di circa 44 milioni e quello di Pilosio di 3,5 milioni. Gli investimenti complessivi degli acquirenti ammontano a circa 25 milioni per Pm ed Oil&Steel e a circa 8 milioni per Pilosio”. Le società del Gruppo PM escono
patrimonialmente rafforzate e quindi agevolate nel forte sviluppo che le medesime che si attendono per i prossimi anni, anche favorite dalle nuove sinergie commerciali con le società
acquirenti e le loro collegate. Il guppo Pm, precisa la nota, “raggiungerà nel 2014 un
fatturato di circa 133 milioni riportando la redditività lorda dai 3 milioni di euro del 2010 ai quasi 15 previsti per il 2014. I posti di lavoro – chiosa – erano 595 nel 2010 e sono 578 nel
2014, dei quali i 415 in Italia pressochè conservati”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet