Modena, l’inceneritore di via Caruso inizia gli straordinari


©Trc-TelemodenaMODENA 19 OTT. 2010 – Il limite è stato aumentato, ma un limite, comunque, è rimasto. E’ di questo tenore la risposta della Provincia alla richiesta di Hera di eliminare il tetto massimo di rifiuti speciali che possono essere bruciati nell’impianto di via Caruso. In sostanza, secondo la nuova autorizzazione integrata ambientale dell’impianto rilasciata oggi, nell’inceneritore di Modena si potranno bruciare quest’anno fino a 45 mila tonnellate di rifiuti di provenienza industriale. La quota potrà, poi, essere aggiornata entro marzo 2011.Fino ad ora il limite era di 30 mila tonnellate. “Abbiamo voluto ribadire – spiega l’assessore all’ambiente Stefano Vaccari – che il termovalorizzatore di Modena deve continuare a bruciare prevalentemente rifiuti solidi urbani provenienti dal modenese, allo scopo di eliminare progressivamente il ricorso alle discariche, L’aumento del tetto dei rifiuti speciali – aggiunge Vaccari – offre una piccola opportunità in più alle imprese modenesi che ora sono costrette a smaltire i propri rifiuti fuori provincia con costi di gestione elevati”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet