Modena: giù gli occupati,su la cassa integrazione


MODENA, 26 APR. 2013 – Crolla nel primo trimestre di quest’anno l’occupazione nelle medie e piccole imprese di commercio, turismo e servizi in provincia di Modena, nelle quali Confesercenti Modena ha registrato un calo del 10,5% rispetto allo stesso periodo del 2012. L’indagine ha riguardato 1.500 imprese. In una nota dell’associazione, viene definito poi "ancora più drammatico" il dato delle ore di cassa integrazione accumulato da gennaio a marzo, pari al 926% in più rispetto all’anno precedente. La crisi ha colpito soprattutto pubblici esercizi e turismo, con un calo degli occupati del 17,6% nel Modenese. Anche le micro e piccole imprese del commercio al dettaglio di alimentari segnano un calo degli occupati considerevole con un -16,4%. Il commercio all’ingrosso sembra invece l’unico comparto in cui si manifesta tra gli occupati una certa stabilità e l’occupazione fa segnare un -0,1%. "Da questo quadro – si legge nella nota di Confesercenti Modena – emergono dati in grave e preoccupante peggioramento sul fronte dell’occupazione, quale risultato del precipitare della crisi economica e del conseguente irrefrenabile calo dei consumi. Oggi poi, a quasi un anno dall’approvazione della riforma del lavoro, è necessario aprire una riflessione sugli effetti che le nuove norme stanno producendo sull’occupazione nelle piccole e medie imprese: minore flessibilità in entrata, eccesso di adempimenti burocratici, insufficienti incentivi per l’incremento dei livelli occupazionali. Elementi – conclude la nota – che stanno producendo effetti contrari rispetto agli obiettivi fissati dalla riforma stessa, per cui se ne rende improrogabile una profonda revisione".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet