Modena, assunzioni in aumento


I dati relativi all’andamento delle assunzioni nel marzo 2015 rispetto allo stesso mese 2014 sembrano dimostrare un ritrovato dinamismo delle nostra economia supportata da una ripresa della fiducia degli imprenditori e dagli effetti della riforma sul mercato del lavoro, in particolare per ciò che riguarda gli incentivi all’assunzione a tempo indeterminato. Così lasciano intendere i dati elaborati dall’Ufficio Studi di CNA Modena sui circa 30.000 cedolini elaborati mensilmente dall’Associazione modenese, dati che fotografano un aumento complessivo delle assunzioni del 16% (ma non un aumento dell’occupazione complessiva, sulla quale incidono anche le cessazioni, qui non calcolate). Difficile scindere l’effetto delle riforme da quello dovuto alla ripresa, ma di certo le prime hanno avuto una certa influenza, se si pensa che le assunzioni a tempo determinato sono diminuite del 7,9% mentre quelle a tempo indeterminato sono cresciute del 129,2%, passando, in termini assoluti, dalle 113 del marzo 2014 ai 259 del mese scorso. Ancora più rilevante l’aumento delle trasformazioni di contratti a tempo determinato in rapporti di lavoro a tempo indeterminato (+159,3) e in questo caso l’effetto del Jobs Act appare evidente. Non tutti i settori, però, rispecchiano la stessa situazione. Se, ad esempio, industria e artigianato si muovono sulla stessa linea, meno dinamico appare il commercio dove le assunzioni sembrerebbero addirittura in calo. Va però specificato che il campione, non essendo calibrato statisticamente, sconta una presenza maggiore di contratti che fanno riferimento alle prime due categorie.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet