Modena, accordo per progetto ex Cisa Cerdisa


Per una pagina di storia che si chiude, un’altra è già pronta ad aprirsi. Perché laddove tuttora sono collocati capannoni industriali dismessi ormai da anni, sorgerà un comparto tutto nuovo, di qualità ed innovativo, che andrà a congiungere i due comuni di Fiorano e Sassuolo creando, di fatto, un’unica grande comunità. Con oggi, con il documento di Accordo con i privati sottoscritto questa mattina nella sala giunta del Comune di Sassuolo, diventa realtà quel sogno iniziato nel lontano 2007 quando, per la prima volta, si iniziò a parlare, progetto alla mano, della riqualificazione dell’area ceramica Ex Cisa Cerdisa di Sassuolo e Fiorano. Già allora Coop Estense, proprietaria dell’esercizio commerciale di Mezzavia, aveva manifestato la volontà di intervenire su quella zona, accordo raggiunto solo oggi grazie agli impegni assunti dai proprietari e, soprattutto, dalle due amministrazioni comunali. Per Sassuolo e Fiorano, quella di oggi è davvero una data storica, il giorno in cui sono state gettate le basi per quello che è l’intervento principale per le due comunità ma allo stesso tempo, probabilmente, il maggior intervento di qualificazione urbanistica dell’intera provincia modenese. Oltre 350mila metri quadrati da trasformare in centro commerciale, di servizi e di aggregazione, oltre ad insediamenti di tipo residenziale. I lavori di demolizione degli edifici presenti nell’area del primo stralcio inizieranno entro il 1 gennaio 2016, poi si procederà con la bonifica dei terreni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet