modena 11 /4/2011 TWIRL di Zaha Hadid Architects con Lea Ceramiche


MODENA 11 APRILE È firmata da Zaha Hadid Architects l’installazione con cui Lea Ceramica partecipa alla mostra evento Interni Mutant Architecture&Design ideata dal mensile Interni in occasione di Milano Capitale del Design® 2011 (11-17 aprile 2011).Guest star della 50° edizione del Salone Internazionale del Mobile, la manifestazione fieristica più conosciuta al mondo, sarà proprio l’architetto irachena Zaha Hadid, diventata icona e protagonista indiscussa dell’architettura contemporanea, vincitrice nel 2004 del Pritzker Architecture Prize (considerato il Premio Nobel dell’architettura). Suo il progetto del Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, il MAXXI di Roma così come il masterplan e la torre per Citylife a Milano in fase di realizzazione.Firma per quest’edizione di Milano Capitale del Design® 2011 insieme a Lea Ceramiche un progetto che rispecchia il suo segno stilistico in nome di un’architettura dinamica e dalle forme inaspettate, offrendo un’interpretazione contemporanea dell’architettura del cortile settecentesco, uno degli spazi più suggestivi dell’Università degli Studi di Milano. Protagonista dell’installazione Slimtech di Lea Ceramiche, la lastra dallo spessore ultrasottile (soli 3mm) e dal grande formato (fino a 3m x 1m): nello spazio di 800mq, le lastre Slimtech in 7 diversi colori (dal bianco milk al nero black coffee), larghe 1 metro, di diversa altezza fino ad un massimo di 2 metri, daranno vita ad una struttura tridimensionale interamente realizzata in grès porcellanato, una sorta di vortice, di spazio dinamico in cui si evidenzia l’uso flessibile e non convenzionale di questo innovativo materiale.I visitatori sono invitati ad esplorare l’impatto scultoreo dei vari elementi all’interno di un gioco cromatico tra bianco e nero, presenza e assenza di colore. Con Twirl di Zaha Hadid Architects, il prodotto ceramico ed in particolare l’innovativo Slimtech, il grès laminato di ultima generazione, si presenta in una nuova veste: prescindendo dal tradizionale utilizzo di rivestimento di superfici si offre in questa occasione come vero elemento architettonico. Lea Ceramiche ha da sempre cercato un percorso alternativo all’utilizzo tradizionale della ceramica: gli importanti investimenti realizzati negli anni nell’innovazione tecnologica e nella ricerca le hanno permesso non solo di migliorare le qualità tecniche del materiale ma a partire da ciò e grazie ad importanti collaborazioni con designer della scena internazionale, si è spinta nella direzione della ricerca estetica e materica del prodotto e ne ha fatto emergere la sua valenza artistica-architettonica, fino a diventare un vero elemento d’arredo. Negli ultimi 10 anni protagonista con molte e singolari installazioni ai più importanti appuntamenti fieristici del settore, è diventata punto di riferimento per architetti, professionisti e addetti ai lavori. Twirl e la prestigiosa collaborazione con Zaha Hadid Architects rappresenta un’ulteriore tappa del coerente percorso intrapreso dall’azienda, attento interprete delle tendenze internazionali e di nuovi linguaggi espressivi ed evidenzia come l’approccioprogettuale al design rappresenti un concreto valore e una reale opportunità di crescita e sviluppo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet