mo- rn 19/4/2012 L’AVV SAMORI’ VUOLE ENTRARE NELLA CARIM


MODENA RIMINI 19 APRILE Dopo Banca Modenese e BPER l’avvocato Giampiero Samorì, amministratore della Holding Modena Capitale, ribadisce il suo interesse per la ricapitalizzazione della Carim: “Modena Capitale è proprietaria di Assicuratrice Milanese, siamo disponibili a entrare nell’aumento di capitale fino a un massimo di 25 milioni di euro perché la Carim faccia un contratto di esclusiva di bank assurance con la nostra compagnia. Siamo alla ricerca di quote di banche che non abbiano rapporti stabili con compagnie assicuratrici. Un’operazione del genere l’abbiamo fatta con TerCas, la cassa di risparmio di Teramo”.Il contratto di esclusiva dunque comporterebbe la vendita di prodotti assicurativi tramite gli sportelli bancari. Ma quali garanzie chiede Samorì? “Carim garantisca nel giro di tre anni certi risultati, un ritorno del nostro investimento”. Nello specifico la vendita di prodotti assicurativi per 12 milioni in tre anni, e in caso che questi risultati non vengano raggiunti, la libertà di uscire dalla partecipazione.Altre garanzie? “No. Non ci interessa la quota partecipativa, per noi è una operazione strumentale. Non ci interessa nemmeno entrare in consiglio d’amministrazione. Ci interessa invece operare in territori sani come quello di Rimini”. Ma quali sono ad oggi i contatti con la Fondazione Carim e i commissari straordinari di Banca Italia? “Ottimi”.Insomma, l’avvocato modenese che è già azionista di Bper, insiste ma, per ora, da palazzo Buonadrata non arrivato nulla in proposito, né in positivo né in negativo. Visto che la scadenza per la ricapitalizzazione della Carim è fissata per il 24 aprile, come si dice: al bel dì manca poco.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet