I GIOVANI COOPERATORI DI LEGACOOP e-r A MANCHESTER


modena 9 novembre– Una delegazione di giovani cooperatori di Legacoop ha partecipato a “Cooperatives United”, l’evento di chiusura mondiale dell’Anno Internazionale ONU delle Cooperative che si è tenuto dal 29 ottobreal 2 novembre a Manchester, “culla” della cooperazione mondiale.Per Modena era presente Marcello Cappi, responsabile provinciale di Generazioni, il network di giovani imprenditori cooperativi di Legacoop Emilia‐Romagna.Generazioni Emilia‐Romagna ha partecipato al “Big Debate”, il dibattito conclusivo moderato dalla nota giornalista della BBC Steph McGovern a cui hanno partecipato alcuni tra i maggiori esponenti del mondo cooperativo tra cui Pauline Green, Presidente dell’Associazione Internazionale delle Cooperative. In particolare i giovani cooperatori emiliano‐romagnoli hanno chiesto ai massimi rappresentanti delle cooperative mondiali quale fosse la strategia per diffondere il “brand” cooperativo nel mondo nei prossimi anni, in modo da intercettare tutte quelle istanze che provengono dai giovani e per rilanciare un nuovo tipo di economia.La delegazione emiliano‐romagnola, inoltre, ha contribuito ai seminari attraverso un workshop dal titolo: “Cooperative Rights: Inter‐generational exchange, participation and membership”. Sul palco dei relatori sono salitiChiara Bertelli, portavoce di Generazioni Emilia‐Romagna, e Roberto Cardinale, delegato di Generazioni Emilia‐Romagna ai rapporti internazionali. La prima ha riportato il lavoro svolto negli ultimi cinque anni dal gruppo sui temidi intergenerazionalità, partecipazione e linee guida per migliorare i problemi connessi a questi temi, mentre il secondo ha coinvolto il pubblico per condividere idee e verificare se il problema intergenerazionale è sentito neidiversi paesi.«La nostra delegazione ha deciso di finanziare personalmente e integralmente la propria partecipazione a Manchester in modo da non gravare sui budget cooperativi e per marcare l’impegno in spirito volontario cheaccompagna la professionalità del proprio contributo ai lavori dell’ICA», spiega Marcello Cappi. Tra i dodici delegati c’erano rappresentanti di grandi e piccole cooperative quali Manutencoop, Gulliver di Modena, Kitchen Coop,Consorzio San Vitale, Cooperare con Libera Terra e vari funzionari delle Legacoop di Rimini, Forlì‐Cesena, Ravenna, Ferrara, Modena, Bologna.Le Nazioni Unite hanno sancito il 2012 quale Anno Internazionale delle Cooperative, al fine di evidenziare il lavoro che ogni giorno 1 miliardo di soci in ogni angolo della terra svolgono in forma cooperativa per migliorare la propriavita e quella della propria comunità. L’Associazione Internazionale delle Cooperative ha scelto di promuovere Co‐operatives United (l’evento di chiusura di quest’anno) proprio a Manchester, la città in cui nacque la primacooperativa al mondo.Il risultato del workshop è stato positivo, definendo un percorso di collaborazione dalle americhe alle Indie tra giovani cooperatori sul tema. Nel corso della convention di Manchester 10.000 persone hanno partecipato agli oltre200 eventi in programma, tra seminari, laboratori per scuole, visite alla cooperative di Rochdale (la prima al mondo), conferenze e dibattiti. Più di 4.000 i delegati internazionali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet