Ferrari: Montezemolo, voglio margine operativo al 15%


maranello 8 maggio Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari, punta ad un margine operativo per la casa di Maranello del 15% circa dopo il 14,4% dell’anno scorso e il 14,1% del 2011.In un’intervista ad Automotive News Europe, il numero uno del Cavallino Rampante spiega pero’ che raggiungere tale target “sara’ impegnativo perche’ stiamo affrontando un programma di investimenti intenso. Rinnovare cinque modelli e’ uno sforzo titanico per una piccola azienda come la Ferrari”.L’anno scorso la casa emiliana del gruppo Fiat ha venduto in tutto il mondo 7.318 modelli ma per l’anno in corso prevede in particolare di aumentare l’esclusivita’ del brand Ferrari piuttosto che le performance commerciali. “Finora quest’anno stiamo facendo bene. La nuova LaFerrari era sold out ancor prima della sua presentazione pubblica al salone dell’auto di Ginevra. Nonostante questo, il mio obiettivo per quest’anno e gli anni a venire non e’ quello di aumentare i volumi, ma l’esclusivita’ della Ferrari. Questo protegge i nostri margini e i valori residui per i nostri clienti”, ha dichiarato Montezemolo, sottolineando poi nel prosieguo dell’intervista l’importanza della diversificazione delle fonti di ricavo.”Il nostro fatturato unitario – osserva il presidente della Ferrari – e’ in crescita grazie a un grado superiore di opzioni e all’espansione del nostro programma di personalizzazione. In media, un cliente aggiunge opzioni per un valore di 25.000 euro, pari al 10% del prezzo di vendita. Un altro modo per personalizzare una Ferrari e’ il nostro programma Tailor-Made, che aggiunge 50.000 euro in media. Cio’ si traduce in auto piu’ personalizzate, piu’ uniche che mantengono un valore residuo piu’ elevato nel corso del tempo”.Nell’intervista Montezemolo evidenzia l’importanza di nuove iniziative come Ferrari Classiche, di attivita’ come il licensing e il merchandising e infine la sempre maggior attenzione verso le risorse umane. “Questa primavera la nostra forza lavoro di circa 3.000 persone ha ricevuto in media 8.500 euro, di cui 4.000 come premio di produttivita’ e di 4.500 come compartecipazione agli utili. Tuttavia, offriamo una serie di benefici non monetari, dal centro fitness interno ai libri scolastici gratuiti per i figli dei dipendenti fino alla loro laurea. Ho sempre detto che si ha bisogno delle persone migliori per costruire le migliori auto al mondo. Queste persone sono la piu’ grande risorsa della Ferrari”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet