B.Popolare: aumento va a ruba, consorzio di 14 banche


MODENA 8 DICEMBREBanche in fila per la ricapitalizzazione del Banco Popolare. Ieri e’ stata chiusa la sindacazione dell’operazione da 2 mld (che verra’ approvata dall’assemblea di sabato prossimo) della quale, secondo il calendario concordato, dovrebbero essere definite le modalita’ e i termini (prezzo) probabilmente giovedi’ 13 gennaio in modo da farla partire lunedi’ 17. Sempre che la Consob rilasci in tempo utile il via libera al prospetto, altrimenti i tempi slittano di una settimana. A garantire il buon esito dell’aumento sarebbe il consorzio sarebbe stato allargato da 5 a 14 banche. A Mediobanca, Bofa-Merrill Lynch, Goldman Sachs, Deutsche Bank, Credit Suisse se ne sarebbero aggiunte nelle ultime ore altre 9. Con una domanda complessiva di partecipazione che si e’ attestata a circa 1,5 mld. I 5 istituti in cabina di regia avrebbero ripartito il rischio. Le nuove arrivate, prosegue il giornale, sono Banco Santander, Ing, Kbw, Royal Bank of Canada, Rbs, Societe’ Generale e Calyon oltre a B.Mps ed Equita. Questi nove istituti che avranno il ruolo di co-lead manager, sottolinea il quotidiano, sottoscriveranno un rischio di circa 83 mln a testa, con una commissione pari a 130 punti base. Alle banche del primo livello – tutte joint global coordinator e joint bookrunner – sarebbero rimaste una quota di 1,253 mld di cui Mediobanca, advisor da tempo del Banco Popolare, garantira’ circa 500 mln, mentre le altre 4 si suddivideranno tranche da 188 mln circa ciascuna. E una fee di 150 punti base.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet