Il nuovo concordato preventivo: oggi corso Ordine dei Commercialisti di Modena


MODENA 8 OTTOBRE Il nuovo concordato preventivo e gli accordi di ristrutturazione aziendale: se ne parla oggi nel corso di una giornata di studi organizzata dall’Ordine dei Commercialisti di ModenaQuando un’azienda entra in crisi, il fallimento e la liquidazione non sonol’unico sbocco possibile. Con la riforma del diritto fallimentare, infatti, è stato introdotto uno strumento che può consentire alle imprese di emergere dalla crisi: si tratta del nuovo concordato preventivo, la cui finalità è quella di conservare i complessi aziendali in difficoltà ma ancora in grado di generare reddito, e consentire al contempo il miglior soddisfacimento per i creditori.Recentemente, inoltre, questo strumento di soluzione delle crisi aziendali è stato ulteriormente corretto con l’entrata in vigore del D.L. 83/12 (cosiddetto “Decreto sviluppo”), che ne ha modificato l’ambito di applicazione ed ha accresciuto la figura dell’attestatore, ovvero del professionista chematerialmente istruisce e coordina l’applicazione del concordato preventivo.Come ricorda Alessandro Clò, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena: “Il nuovo concordato preventivo è stato introdotto nella legislazione italiana a tappe successive tra il 2005 ed il 2007, quando ancora non era possibile prevedere l’entità della attuale crisieconomica, con il conseguente massiccio ricorso allo strumento concordatario nella gestione della crisi d’impresa. A distanza di alcuni anni è quindi necessario fare il punto sulla situazione, anche alla luce dei segnali discordanti circa l’efficacia dello strumento concordatario che arrivano da più parti. Inoltre, le novità introdotte con il Decreto sviluppo hanno significativamente modificato gli strumenti esistenti (concordato con continuità aziendale, concordato preventivo “con riserva”, accordi di ristrutturazione, ecc.) e – soprattutto – hanno assegnato nuove competenze e responsabilità ai professionisti incaricati di gestire le soluzioni concordate delle crisi di impresa. Ecco perché abbiamo voluto dedicare una giornata di studi a questo argomento, nell’ottica di fornire un’occasione di crescita professionale ai colleghi che si occupano di consulenza per le aziende del territorio modenese” Il relatore dell’incontro sarà il dott. Mauro Vitiello, Giudice della Sezione fallimentare del Tribunale di Milano, accreditato tra i massimi esperti a livello nazionale di questa materia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet