panaria group: 9 mesi boom in USA


modena 30 novembre “I risultati conseguiti nei primi nove mesi del 2012 – ha affermato Emilio Mussini, Presidente di Panariagroup – confermano la validità della strategia di Panariagroup di differenziare il rischio attraverso lo sviluppo equilibrato di più mercati di riferimento. In questo modo gli ottimi risultatiottenuti in Nord America e Asia compensano le contrazioni sui mercati europei.”Il mercato statunitense diventa il primo Paese di riferimento per il Gruppo grazie a una crescita realizzata superiore al 25%. Il maggiore fatturato è prevalentemente frutto dei risultati conseguiti da Florida Tile, che consolida ulteriormente gli andamenti positivi riscontrati nei trimestri precedenti. Su questo mercato continuano a essere buoni i principali indicatori prospettici (Housing Starts e permessi di costruzione), pertanto permangono positive le aspettative anche per i prossimi mesi. L’incidenza dei mercati nordamericani sul totale è pari al 29%. L’utile netto consolidato di periodo è pari a 0,4 milioni di Euro pressoché in linea al 30 settembre 2011.“Il Gruppo – ha continuato Mussini – intende proseguire anche nei prossimi mesi su questa strada con l’obiettivo di crescere ulteriormente sui mercati a più alto potenziale di sviluppo e di mantenere le quote di mercato su quelli con prospettive macroeconomiche meno favorevoli.”I ricavi netti di vendita sono stati pari a 216,5 milioni di Euro, con una contrazione dell’1,7% rispetto ai 220,3 milioni di Euro al 30 settembre 2011.Il margine operativo lordo risulta pari a 14,4 milioni di Euro, corrispondente al 6,6% sul Valore della Produzione, rispetto ai 19,6 milioni di Euro al 30 settembre 2011.Il margine operativo netto risulta di 0,1 milioni di Euro (al 30 settembre 2011 di Euro 4,9 milioni).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet